mercoledì, aprile 16, 2014

Tiramisu' fragole e arance



Questo dolce non è una novità di questo blog, ma è talmente buono che vale la pena di riproporlo.
La ricetta la trovate a questo vecchio link!

martedì, aprile 15, 2014

Fase 1 : non si butta via niente!

Il periodo che stiamo passando tutti non è dei più rosei e andare a fare la spesa è sempre più impegnativo dal punto di vista economico.
Inutile dirvi che con un ragazzo adolescente in casa, praticamente tutto il mio stipendio se ne va in spesa alimentare, anche la mia dieta non è affatto economica: sarebbe molto più economico sbaffarsi una pastasciutta al burro che dover avere sempre qualche verdura nel frigo e comprare la fettina o il pesce per portare in tavola la giusta dose.
E' anche vero che mangiando abbastanza razionato, compro anche solo la quantità esatta che mangerò e non va sprecato nulla e proprio su questo sto cercando di lavorare molto!
Non voglio più buttare nulla, è tutto così prezioso che diventa un crimine gettarlo nella spazzatura!
Basta un pò di attenzione, un pizzico di fantasia e qualche volta accontentarsi di mangiare per due giorni consecutivi la stessa cosa!
Anche questo dolce va nella direzione del "non spreco". Cercavo un dolce per riciclare uno yogurt greco che era scaduto da un paio di giorni. Magari mangiato così avrebbe anche potuto darmi degli effetti intestinali indesiderati (che poi non è neanche vero, perchè se conservato bene, non ha nessun problema) e dopo una breve ricerca, ho trovato questo link  e l' adattato a ciò che avevo in dispensa!
Ne è uscita una torta morbidissima, profumatissima e irresistibile che ho dovuto assaggiare anche se erano le dieci di sera! :-P


Riporto qui le dosi con le mie modifiche:

TORTA ALLO YOGURT GRECO

 4 uova
180 gr di zucchero 
 100 gr di burro fuso 
150 gr di yogurt greco magro
 100 gr di yogurt bianco
 150 gr di farina 
100 gr di fecola di patate 
1 bustina di lievito per dolci 
la buccia grattuggiata di mezzo limone
 1 bustina di vanillina 
1 pizzico di sale 
qualche scaglietta di cioccolato (avanzati da un dolce precedente)


 Montate le uova con lo zucchero e poi aggiungere il burro fuso. Unite la farina a cui avrete già unito il lievito, il sale, la fecola, la buccia del limone e la vanillina. Aggiungete anche qualche scaglietta di cioccolato. Infornate a 180 per 35 minuti.

domenica, marzo 23, 2014

CIAMBELLA CON LE CENERI DELL'ORSETTO LINDT

Il cambio del regime alimentare ha fatto in modo che lo scorso natale siano avanzati sia un pandoro, che l'orsetto Lindt, visto che non si capisce come mai, il mio figliolo, sbrani le pallotte rosse, ma l'orsetto non fa parte della sua cioccolata preferita. 


Ora dopo aver stazionato un pò nel cestino dei cioccolatini e un pò nel frigo, ho deciso che era arrivata la sua ora e sentendomi un pò sadica, l'ho passato alla grattugia.


La sua fine è stata gloriosa, però, è andato a decorare un ciambellone molto buono, che trova il suo massimo splendore nel caffèlatte del mattino.
La ricetta è tratta dall'Enciclopedia della Cucina Italiana di Repubblica


CIAMBELLA AL PROFUMO DI CIOCCOLATO
350 GR DI FARINA
175 GR DI ZUCCHERO
3 dl DI LATTE
60 GR DI CIOCCOLATO FONDENTE
180 GR DI BURRO
3 UOVA
LA SCORZA DI 1 ARANCIA
0.5 DL DI GRAND MARNIER (io marsala)
1 BUSTINA DI LIEVITO PER DOLCI
20 GR DI GRANELLA DI ZUCCHERO
SALE




Sbattete in una terrina i 3 tuorli con lo zucchero fino a renderli spumosi. Mescolate 160 gr di burro fuso e poco alla volta 330 gr di farina alternandola al latte.
Unite un pizzico di sale, la scorza dell'arancia, il liquore e continuate a mescolare.
Amalgamate il lievito e i 3 albumi montati a neve. Versate l'impasto in uno stampo a ciambella imburrato e infarinato.
Cospargete di granella di zucchero e infornate a 180 gradi per 45 minuti, cospargetelo ancora caldo con il cioccolato grattugiato.

lunedì, marzo 17, 2014

Crumble di mele di Marco Bianchi
Difficile da fotografare questo crumble, ma assolutamente troppo semplice da mangiare, troooppoooo....
Ho conosciuto Marco Bianchi quando faceva la trasmissione su Sky dove faceva dimagrire i bambini e devo dire che le sue ricette mi facevano parecchia tristezza, non capivo come potesse un bambino mangiare certe cose.
Ora sarà che ho cambiato vita, ma l'ho molto rivalutato, anche grazie all'entusiasmo dei suoi numerosi fans su Facebook e Twitter, prima di tutti, della mia amica Annamaria Cuochetta e proprio lei mi ha dettato via whatsapp questa ricetta... potere dei mezzi tecnici.
Ora devo solo rimanere lontana dalla teglia, perchè sarà anche un dessert sano, ma è pur sempre un dessert!!


Ingredienti:

60 farina 0
60 gr farina integrale
20 gr di farina di mais
70 gr di noci e mandorle tritate
1 cucchiaino di lievito per dolci
60 gr di zucchero moscovado (io ho usato quello di canna)
35 gr di olio di mais
2/3 cucchiai di latte di soia o riso (io latte scremato)
3 mele con la buccia
Tagliare a tocchetti piccoli le mele e metterli in una teglia coperta di carta forno
Da parte preparare il crumble
Lavorare velocemente l'impasto e versarlo sulle mele sbriciolandolo.
Infornare a 180 gr  in forno statico per 35/40 minuti.
Tiepido è irresistibile.

sabato, marzo 15, 2014

Cranberry Orange Muffins

Già il fatto che abbia tradotto questa ricetta da un sito inglese è un mezzo miracolo, che ne siano usciti dei muffin praticamente perfetti è il secondo!




Chi legge queste righe dopo anni dall'ultima ricetta forse si sorprenderà o forse no, ma siccome ho capito che le cose nella vita non vanno ne attese, ne programmate, faccio ciò che mi va , nel momento in cui lo desidero, e siccome oggi mi è venuta voglia di togliere qualche ragnatela da questo blog, l'ho fatto!
Non so se sarà una ricetta isolata, se sarà un ritorno, se sarà solo un modo di archiviare le mie ricette preferite, non so nulla e mi va bene così!
Alle amiche a cui piace ciò che cucino lascio questa ricetta che ho trovato in questo sito e che per comodità trascrivo anche qui: http://addapinch.com/cooking/2013/11/27/cranberry-orange-muffins-recipe/#axzz2w4FKrqEL

Per 14 muffin vi serviranno
260 gr di farina 00
1 cucchiaino e mezzo di lievito
1/2 cucchiaino di sale
100 grammi di cranberry essiccati (visitate la nuova sezione di "tutto sfuso" dell'Auchan di Mestre)
113 gr di burro a temperatura ambiente
200 gr di zucchero
2 uova grandi
2 cucchiaini di essenza di vaniglia
1 buccia grattugiata di un' arancia
125 gr di latte
Per la glassa
2 cucchiai di succo d'arancia
zucchero a velo 

In una terrina mescolare farina, lievito e sale. In un'altra lavorare 3 minuti il burro con lo zucchero, unire un uovo alla volta e incorporare bene. Aggiungere l'essenza di vaniglia e la buccia grattuggiata dell'arancia.
Unire la farina un pò alla volta alternandola con il latte, alla fine aggiungere i cranberry.
Infornate in forno già caldo a 180° per circa 30 minuti.
Mescolate il succo d'arancia con lo zucchero a velo fino ad ottenere un glassa morbida, ma corposa e stendetela sui muffin ancora caldi.
Lasciateli raffreddare su una gratella.

Non aspettate e azzannatene uno subito!!!!!

mercoledì, febbraio 06, 2013

E SI TORNÒ A PANIFICARE

'
UNA DELLE COSE Che mi piacevano di più da foodblogger era cercare
di imitare le brave panificatrici del web. Fare il pane è  una grande soddisfazione.
Il suo profumo che invade la casa e' gia solo quella una gran gioia.
Il decadimento del blog e' corrisposto anche alla fine della mia storica macchina del pane " alice".
 Grande amica per tanto tempo, mi ha dato mille soddisfazioni, ma poi e' caduta sotto il peso dei tanti esperimenti
A natale mio fratello e mia cognata mi hanno ridato l'aiuto che mi mancava in cucina.... ed e' arrivata una Mulinex che gia' dal primo minuto ha dato ottimi risultati.
Questi panini sono stati la prima prova con il lievito madre liofilizzato che ho trovato dal mitico Caberlotto a Mestre e devo dire che meglio di cosi' non poteva essere.
La ricetta l' ho trovata in rete con qualche piccola variante:
500 gr di farina 0
200 gr di farina manitoba
420 gr di acqua tiepida
50 gr di lievito madre liofilizzato
20 gr di lievito di birra secco
1 cucchiaino e mezzo di sale
2 cucchiai di olio di oliva extravergine
Una tazzina di semi di girasole.
Ho impastato con la macchina, poi diviso in panini e lasciato lievitare ancora. Nel forno ho messi due scodelline di acqua per crerare più umidità.  Ho infornato per una ventina di minuti finché non si sono coloriti un po'.

mercoledì, gennaio 30, 2013

Ritorni di fiamma




A volte le vecchie passioni ritornano!!!

Ogni tanto l'anima food-bloghettara torna a farsi viva.
La scorsa settimana in una passeggiata in città, invece di approfittare di saldi e sconti  mi son portata a casa del lievito madre e qualche giorno fa leggendo un commento da un'amica che invece ha un blog bello vivo (http://www.mogliedaunavita.it/blog/) , mi son lasciata incuriosire dalla ricetta dei kranz di Luca Montersino!!! 
A dire il vero a guardare il video su you-tube, mi son detta che era da veri masochisti lavorare due giorni per preparare qualcosa che avrei potuto comperare con 1 euro dal pasticcere sotto casa, ma l'anima cuochetta, lo spirito di wonder-chef  ha preso il sopravvento e vai..... approfittando di due giorni consecutivi di riposo e della poca voglia di cimentarsi in altre faccende di casa ho cominciato a impastare... ragazzi che fatica!!!! A volte l'impastatrice servirebbe davvero.... ho impastato la sfoglia con il robot e la pasta brioche con la macchina del pane, ma ho ho dovuto darci di forza di braccia e devo dire che la sfoglia ha collaborato, un po' meno la pasta brioche, ma alla fine il risultato è stato piuttosto soddisfacente!!!!
Per la ricetta vi lascio al web....
A tutti quelli che ancora passano di qui... un abbraccio grande!!!!!!!!!!!

venerdì, settembre 14, 2012

LA SERENITA'
















Io me la ricordo vagamente la serenità!
Era avere il cuore leggero
era pensare solo all'oggi e vedere il domani come una splendida opportunità
era vivere tutto con immensa gioia e godersi ogni attimo
era era era....
Dove si sia persa non lo so, anzi si che lo so,
ma io non dispero
io la rivoglio,
mica tutta, per carità,
quella che si son portati via, oramai è andata,
ne voglio un pò di quella nuova.
Ogni tanto la sento crescere, sale su dalla pancia,
sale su fino allo stamaco,
ma non riesce ad arrivare alla mia affollata testa.
Spero sia tenace, che ritenti spesso la scalata..
intanto mi godo il mio soggiorno dipinto di nuovo,
con una parete color del sole
e un brezel appena sfornato!!!

venerdì, agosto 03, 2012

Cinquanta sfumature di Grigio

Il titolo mi diceva qualcosa, ma forse lo confondevo con un altro libro!!!
Ho letto velocemente la trama sul pieghevole della copertina e mi è sembrata una bella stroria d'amore, giusta per l'estate.
Solo a casa ho letto che è praticamente un libro erotico!!! Arrossisco!
Sin dalle prime righe si capisce che l'affascinante Mr Grey non è proprio il ragazzo della porta accanto, ma è lo strafigo che tutte vorrebbero come vicino di pianerottolo!!
Se la mia vicina di ombrellone lo avesse letto forse dovrei vergognarmi un pò a tenerlo fra le mani, ma in fondo, in fondo, il sesso anche se non è quello romantico che sognamo da bambine, piace anche a noi donne, anche se a volte abbiamo difficoltà ad ammetterlo.
Ieri sera ho spento la luce alle 00.30..... impossibile non voler sapere fin dove arriverà Mr Grey!!
Un libro un  pò sprecato se non ha qualcuno vicino nel letto, ma mettiamo da parte le idee che non si sa mai!!! :-)))))

giovedì, agosto 02, 2012

Era proprio tanto tanto che non scrivevo nulla qui! NON RICORDAVO PIU' LA PASSWORD E BLOGGER MI HA CAMBIATO LE CARTE IN TAVOLA!!!
Non ricordavo più nemmeno di cosa parlasse il mio ultimo post!!!
Non lo dico più che tornerò, perchè poi non riesco a mantenere la promessa, dico solo che forse questo diventerà più un diario che un blog di cucina.
Pensieri, esperienze e magari qualche volta ci si infilerà pure una ricetta, oppure non succederà nulla, chi lo sa!!!
Intanto vediamo se questo messaggio lo riesco a pubblicare in mezzo a questa baraonda, troverò il tasto "PUBBLICA"????
More about Delizie divine