martedì, aprile 08, 2008

Se....


............... quello che è nel forno, esce bene come promette, domani avrò finalmente qualcosa da farvi assaporare!
Intanto visto che son stata definita da qualcuna "la regina di Anobii" vi regalo le prime righe di un libro che ho cominciato a leggere oggi, grazie proprio ad un'amica conosciuta su Anobii.
Visto che il brano è dedicato ad una mamma, non posso che pensare ad una mamma speciale del web ed ad un'altra mamma, che è anche una splendida amica che in questi giorni deve prendere delle importanti decisioni, guardando solo al bene dei suoi bambini!

In te sono stato albume, uovo, pesce,
le ere sconfinate della terra
ho attraversato nella tua placenta,
fuori di te sono contato a giorni.


In te sono passato da cellula e scheletro
un milione di volte mi sono ingrandito
fuori di te l' accrescimento è stato immensamente meno.

Sono sgusciato dalla tua pienezza
senza lasciarti vuota perchè il vuoto
l'ho portato con me.

Sono venuto nudo, mi hai coperto
così ho imparato nudità e pudore
il latte e la sua essenza.

Mi hai messo in bocca tutte le parole
a cucchiaini, tranne una : mamma.
Quella l'inventa il figlio sbattendo le due labbra
quella l'insegna il figlio

Da te ho preso le voci del mio luogo,
le canzoni, le ingiurie, gli scongiuri,
da te ho ascoltato il primo libro
dietro la febbre della scarlattina.

Ti ho dato aiuto a vomitare, a friggere le pizze,
a scrivere una lettera, ad accendere un fuoco,
a finire le parole crociate, ti ho versato il vino
e ho macchiato la tavola,
non ti ho messo un nipote sulle gambe
non ti ho fatto bussare ad una prigione
non ancora,
da te ho imparato il lutto e l'ora di finirlo,
a tuo padre somiglio, a tuo fratello,
non sono stato figlio.
Da te ho preso gli occhi chiari
non il loro peso
a te ho nascosto tutto.

Ho promesso di bruciare il tuo corpo
di non darlo alla terra. Ti darò fuoco
fratello del vulcano che ci orientava il sonno.

Ti spargerò all'aria dopo l'acquazzone
all'ora dell'arcobaleno
che ti faceva spalancare gli occhi.

( Erri De Luca- Il contrario di uno- Ed. Feltrinelli)

Etichette: , , ,

8 Commenti:

  • At 4/08/2008 11:30 PM, Blogger cuochetta said…

    Che belle queste parole cara Comare... ma che vi siete messe daccordo tu e la sciura ispanica a farmi commuovere??? Evabbè... oggi ne incasso due di momenti commoventi...

    VI VOJO BEN!!!!

    Ora vo a letto che son stanchina sul serio....
    Kiss

     
  • At 4/09/2008 10:31 AM, Blogger cannella said…

    Questo libro per me è stato come un pugno nello stomaco...ma a volte è bene che anche le letture ci aiutino a reagire, ad arrabbiarci...ciao mamme care, quanto siete brave!!!!
    Ve vojo ben, tose!!!!

     
  • At 4/09/2008 7:12 PM, Blogger graziella said…

    Cuochetta ti meriti tutti i premi che ti attribuiamo!
    Sei una mamma d'assalto oramai!

    Ma dai? Anche Canny ha letto questo libro!!!
    Condivido: anche se son le pagine di un libro a smuoverci, ben vengano!

     
  • At 4/10/2008 10:18 AM, Blogger elisabetta said…

    A leggere queste righe mi sono sentita annodare lo stomaco... stamattina corro in libreria.

     
  • At 4/10/2008 11:59 AM, Blogger graziella said…

    Vai Elisabetta, non ti pentirai!
    L'autore dovrebbe mandare una lettera di ringraziamento a Enrica(l'amica di Anobii) che con il suo entusiasmo ci ha contagiato in molti!

     
  • At 4/10/2008 3:23 PM, Blogger elisabetta said…

    Detto, fatto. Ti terrò informata :)

     
  • At 4/11/2008 11:07 PM, Anonymous Anonimo said…

    gustosa questa ricetta in un mix di ingredienti commestibili e di...libri!
    e graziella ha entusiasmato me soprattutto con le sue ricette di dolci, pur essendo io una frana in cucina;-(
    vi verrò a trovare ancora da queste parti e intanto vi invito a farmi visita in anobii.
    grazie per la citazione..libraria

    enrica-arcobaleno

     
  • At 4/12/2008 10:33 AM, Blogger graziella said…

    E brava Enrica!
    Ce l'hai fatta!!!

    Benvenuta da queste parti!
    A prestissimo!

     

Posta un commento

<< Home

More about Delizie divine