sabato, novembre 28, 2009

Come Giulietta.....

Anch'io come Giulietta butto lì la mia treccia ( ma poi era stata lei??? Mah!), non per aiutare il mio amato a salire il balcone, ma perchè mi sà, che oltre confine stanno tramando qualcosa, così per non trovarmi impacciata con i magici intrecci, provo a far pratica!
Se il mio intuito me la dice giusta, dopo la serie dei "rotolamenti" ora toccherà ad una serie di "intrecciamenti" (n.d.r: Manuel non cercare questa forma nel dizionario! E' un mezzo strafalcione!).
Le mie treccine sono di pane e forse immaginate pure da quale libretto le ho prese???
Ma sempre quello naturalmente: "Il pane delle Dolomiti" di Richard Ploner- Athesia editore




Treccine al papavero
300 gr di farina 00
100 gr di farina tipo 0
100 gr di farina integrale di farro
25 gr di lievito fresco
1 cucchiaino di zucchero
280 gr di acqua tiepida
30 gr di semi di papavero+ altri per la copertura
30 gr di olio di semi di girasole
10 gr di sale
1 uovo sbatturo
Versare le farine in una ciotola o nel cestello della macchina del pane. Formare un buco nel mezzo e versarvi il lievito sciolto nell'acqua con lo zucchero. Lasciare lievitare per 15 minuti.
Spargere sui bordi della farina il sale e unire i semi di papavero e l'olio. Lavorare l'impasto (o avviare il medesimo programma) e lasciar lievitare fino al raddoppio del volume.
Passare l'impasto su un piano di lavoro leggermente infarinato ricavare dalla pasta 18 parti che stenderete in piccoli rotolini lunghi circa 25 cm.
Formate 6 trecce e spennellatele con l'uovo sbattuto. poi rotolatele nei semi di papavero.
Lasciatele lievitare ancora 25 minuti, riscaldate il forno a 210° con un pentolino d'acqua all'interno e cuocete successivamente le trecce per 25 minuti!

Etichette: , , ,

11 Commenti:

  • At 11/28/2009 9:12 PM, Blogger cannella said…

    Ecco...io non vorrei essere la prima a commentare...anche perché sul mio tramare intrecciato non posso dire NULLA...top secret...(e so che ora impazzirai di curiosità!)

    Ma tu, con questa cosa di Giulietta, hai qualche Romeo che deve scalare fino al tuo balcone?
    Cazzarola, ma gliel'hai detto a che piano abiti??????
    Non sarà mica che che hai ua storia con l'autore di 'sto benedetto libro del pane delle Dolomiti? Oh signore benedetto...guarda che ho anche il costume tirolese per venire al matrimonio! (Alberto sta dicendo: "Se ti metti di nuovo quell'abito, divorzio". Il costume ce l'ho sul serio, ci puoi credere, e mi sta anche gran bene!).
    'Notte, vecia, vado a lavarmi che è ora!

     
  • At 11/29/2009 12:04 AM, Anonymous Graziella said…

    Lo sai benissimo che ti "tarmerò" fino a farmi dire cosa stai tramando!
    Il Ricky (Richard Ploner per noi intimi) non è propriamente il mio tipo, ma con la cucina potrebbe anche conquistarmi, immagino!
    Comunque io la treccia la butto poi Romeo può anche scegliere di prendere l'ascensore!
    p.s Con l'abito giusto passeresti tranquillamente per una teutonica!!

     
  • At 11/29/2009 2:16 PM, OpenID crumpetsandco said…

    Secondo me è più la treccia di Raperonzolo!!! :)))

    Bellissimo questo pane...io penso mi sarei intrippata dopo il primo giro di treccia!!!!

    Devo metter in opera anche io qualche ricettina del vecio Ricky! :)))

    baci stellina!!!
    Ora vedo se mi godo sti ultimi raggi di sole....son stati troppo brevi!

     
  • At 11/29/2009 5:46 PM, Blogger graziella said…

    FINALMENTE!!!!
    ANCHE LA TERRY HA IL SUO BLOGGGGGG!!!
    Ehi "vecia", gera ora!!!!

     
  • At 11/30/2009 6:52 PM, Blogger VanigliAli said…

    Uuuuuuuuuuuh la famigeraterrrrima Terry!!!! ;)) Mò tocca fare subito una capatella di benvenuto ^.^
    Gra.. voglio un pezzo all'istante!
    Ma dell'Athesia è quello delle altre ricettuzze o ne hai plurimi in ogni angolo della casa?? ;-DDDDD

     
  • At 11/30/2009 6:55 PM, Blogger graziella said…

    Vanigliozza i librini dell'Athesia sono piccoli piccoli, ma bellissimi!!!
    Ne ho 5 o 6, ma ogni ricetta è da provare!

     
  • At 11/30/2009 8:46 PM, Blogger VanigliAli said…

    Sì sì ho presente quali sono! ;) Te lo chiedevo perchè li ho visti in giro in un negozietto veronese e ti ho pensata ^-^ e se te ne mancava qualcuno rapinavo il negozietto medesimo! ;-DDDDD

     
  • At 11/30/2009 9:16 PM, Blogger graziella said…

    Tu eri in un negozio veronese, così vicina e non hai detto nulla?????
    Potrebbe costarti caro questo affronto!!! :-))))))))))

     
  • At 11/30/2009 9:24 PM, Blogger VanigliAli said…

    ma va là a s.martino buon albergo alla plurimix! ;) Due o tre volte son capitata, ma sempre di fretta!! Comarina nun te preoccupà che se capito dalle tue lande una fettazza di pandoro TUOTUOTUO me la magno!! ;-DD

     
  • At 11/30/2009 9:28 PM, Blogger graziella said…

    Tu nun devi capità! Tu devi proprio venì!!!!
    Chiaroooo?????
    Baciotti

     
  • At 11/30/2009 9:41 PM, Blogger VanigliAli said…

    Ah devo da venì?? ^-^ Non escludo una capatina vacanziera natalizia dalla mia amichetta.. nel caso così fosse ti tengo aggiornata comaretta! ;))))))

     

Posta un commento

<< Home

More about Delizie divine