sabato, febbraio 04, 2006

Si ride poco sotto il tendone

Già dalla prima puntata, mi ero accorta che qualcosa non andava nel nuovo "Zelig". Ieri sera ho avuto conferma che pochi degli attori che popolano il tendone mi fanno divertire. I due conduttori, Bisio e Incontrada non hanno la stessa verve e sintonia degli anni scorsi. A mio avviso appaiono un pò annoiati e poco vivaci. Nella prima puntata mi ero divertita con Ale e Franz, che restano i migliori, perfino il loro doppiaggio del film "Madagascar" era irresistibile. Poco altro è originale e nuovo. Il personaggio di "Franco" non è cambiato di una virgola, lo stesso vale per il personaggio del "ragazzo bresciano" interpretato da Leonardo Manera e la "professoressa Fullin". Del papà ultras Pino Campagna non se può davvero più.
Tra i nuovi, gli unici che un pò si differenziano sono un duo che gioca con le parole in modo divertente. Tristissimo invece lo sketch delle due miss Italia Valeria e Katia . Non fa ridere neanche se uno fa uno sforzo.
Questo dovrebbe essere l'ultimo anno di "Zelig" prima di una pausa di riflessione per rivederlo e ripensarlo un pò diverso. Dopo queste prime puntate direi che la trasmissine ha proprio bisogno di un restauro e di una rinfrescata.

9 Commenti:

  • At 2/05/2006 9:16 AM, Blogger ape said…

    passo dopo per un commento più farcito..per ora ti auguro una buona domenica...
    baci al piccolo di casa
    ape

     
  • At 2/05/2006 10:25 AM, Anonymous Francesca said…

    Buongiorno! ti avevo lasciato infatti un po' di commenti sul post di Terry ma prima c'erano e poi puff:)
    Speriamo ora sia di nuovo tutto ok.
    Io Zelig non l'ho mai seguito, ma effettivamente penso che dopo tanti anni ci si stanca a seguire un programma più o meno sempre uguale, come è capitato anche a Striscia la notizia.
    Buona domenica a te e alla tua famiglia!
    Ciao:)

     
  • At 2/05/2006 11:57 AM, Blogger ape said…

    anche io la penso come francesca: dopo anni di spettacolo, ci si stanca a vedere sempre le stesse facce e soprattutto sentire le stesse battute...
    non l'ho mai seguito se non per ascoltare le freddure dei siciliani che adoro e basta..
    non potrebbero fare una pausa??il tempo di organizzare qualcosa di più efficace, di più intelligente, inserire rubriche e gag meno idiote.
    buona domenica
    ape

     
  • At 2/06/2006 1:56 AM, Blogger berso said…

    Prima di tutto,grazie d'avermi inserito tra i tuoi links, ne sono onorato; per quanto riguarda ZELIG...non lo seguo perchè lavoro, ma sappi che mia moglie si addormenta sempre. Brutto segnale.
    Papà ultras....penoso
    Miss Italia....peggio delle emorroidi (sentite a radio Deejay)
    Bresciano....ridicolo
    Franco....ma va a lavorare
    ..scusa lo sfogo
    ancora grazie
    ciao

     
  • At 2/06/2006 8:09 AM, Anonymous graziella said…

    Ciao Berso, mi pare che il parere che ha dato radio Deejay delle due attrici sia proprio calzante, io non avrei saputo rendere meglio l'idea! Averti fra i link è solo un piacere!

    per Ape e Francesca scusate se non ho ricambiato la buona domenica! Grazie a tutte e due! Buon inizio settimana!

     
  • At 2/06/2006 2:30 PM, Blogger Gaia said…

    Ciao Graziella, sai che dalla tua bella storia della torta mi hai fatto venire l'ispirazione per una ciambella che ho portato a casa dei suoceri, e che è durata il tempo di tagliare le fette!!!!!

     
  • At 2/06/2006 6:02 PM, Anonymous graziella said…

    Ciao Gaia sono felice di averti ispirato dolci pensieri! Poi se è andata mangiata in un lampo vuol proprio dire che era buona!

     
  • At 2/06/2006 7:09 PM, Blogger berso said…

    ERRATA CORRIGE
    Il commento è tutto mio, le ho sentite esibirsi a radio deejay.
    ciao

     
  • At 2/14/2006 8:47 PM, Blogger tak said…

    Anni fa, quando zelig lo vedevano ancora in pochi, era più un programma di nicchia, mia figlia me lo ha fatto scoprire e per molti anni poi lo abbiamo seguito insieme. Ma in questi ultimi anni zelig non è più zelig. Certo ale e franz, a me piace poi anche Franco il calabrese, e pure il pugliese, o sconsolata fino a che c'è stata...
    Insomma, come dici tu un po' di pausa di riflesisone farebbe bene, e comunque le cose nascono, crescono e poi inevitabilmente decadono, proprio quando sono così popolari che, si vede la quantità tira giù da matti la qualità... tak :-)

     

Posta un commento

<< Home

More about Delizie divine