sabato, gennaio 16, 2010

Mi basterà per il "toceto"?

Questa è una di quelle cose che ad alcuni fa ribrezzo come il cuore, le cervella, il fegato. A me invece piace da morire. E' uno di quei piatti che a casa mia ci son sempre stati, uno dei pochi che cucina mia mamma (tutte le prelibatezze della mia infanzia si ricollegano a nonno e papà!).
La versione "in bianco" la potete trovare da Stefano , la mia invece è "in rosso" o "in umido", quella dove ci vuole tanto, ma tanto, ma proprio tanto pane per tirar su tutto il "tocìo"!
Non vi ancora detto di cosa parlo, ma della TRIPPA, naturalmente!!!



Nella versione di mia mamma:
Fate un soffritto con carota, cipolla, sedano e lasciate andare un pò nell'olio d'oliva, aggiungete la trippa e fate insaporire, sfumate con un pò di vino bianco, aggiungete un pò di salsa di pomodoro (poca! Deve essere rosetta, non rossa!) . Salate e pepate abbondantemente. Cuocete in pentola a pressione per 15/20 minuti!
Tenete a portata di mano tanto pane e servite caldissima!

Etichette: , ,

9 Commenti:

  • At 1/16/2010 4:09 PM, Anonymous terry said…

    Mortacci tua Comare!!!!
    ribrezzo de chè????
    io ADORO LA TRIPPA!!!
    che poi il nome è fuorviante perchè pare che a magnarla ti intrippi, ti rinchiattisci, ti incicci tutta...invece no è pure leggera!!!
    e vai di tocioooooooo!!!
    grande comare!

     
  • At 1/16/2010 5:41 PM, Blogger elisabetta said…

    anche io l'adoro!!! fìe, quando si fa una bella cenetta a base di frattagliette varie???

     
  • At 1/16/2010 6:03 PM, Blogger cannella said…

    Con questa, Raimondo ti mette su non solo i bastoni delle tende...anche i quadri, ti aggiusta i rubinetti e ti porta al "Casa"!!!!
    A me me piace pure il risotto con le trippe!!!!
    GRANDIOSO POST!
    E vedo che sei ben munita di pane per il tocín!

     
  • At 1/16/2010 10:04 PM, Blogger graziella said…

    @ Ragazze ecco perchè fra noi c'è gran feeling e non poteva essere altrimenti!!!!
    Dopo il club delle "Talebane del burro" anche " Quelle che si intrippano per la trippa"!
    Un abbraccio!

     
  • At 1/16/2010 10:07 PM, Blogger cannella said…

    Mi è sorto un dubbio: e il parmigiano?

     
  • At 1/17/2010 8:28 AM, Blogger Indro Neri said…

    Un'ottima versione! Grazie di averla divulgata. Io colleziono da tempo ricette di trippa sul mio sito troppatrippa.com, ma questa non l'avevo.

     
  • At 1/17/2010 9:55 AM, Blogger graziella said…

    @ Cara Comare, si lo so! C'è pure quell'aggiunta, ma credo che la mia mamma omettesse perchè grattuggiare parmigiano per 5 era una perdita di tempo! Donna sbrigativa! :-)

     
  • At 1/19/2010 10:13 AM, Anonymous silvia said…

    ecco, la trippa me la praparava mamma e io non l'ho più mangiata. e mi piace!! come tutto quello che sa di famiglia e di tocio. ma anche questo è un piatto che mangerei solo io in casa e non è un piatto da mangiare soli...il fumo che esce dal piatto fa proprio "a tavolaaaa"

     
  • At 1/19/2010 12:07 PM, Blogger graziella said…

    Silvia e per quanti credi che l'abbia fatta io??? Per me e solo per me!!!
    Fumava si! E' per questo che le mie foto son sempre pessime, non ho tempo ne voglia di mangiar freddo!

     

Posta un commento

<< Home

More about Delizie divine