lunedì, maggio 10, 2010

Pazze per la tagliatella

Che io e la mia comare si vada d'accordo, mi pare sia chiaro oramai al mondo intero, ma forse non tutti sanno che nel tempo ci siam scoperte anche telepaticamente in sintonia. Io sostengo che ci han separate nella culla della nursery (sorelle siamesi, solo che nella suddivisione della ciccia hanno esagerato un pò da una parte) ed è per questo che spesso nel fornello di Maerne e in quello di Salamanca nello stesso istante spesso cuociono le stesse cose!
E' capitato così per dei biscotti, per dei muffin, mai per dei finocchi, ma per le tagliatelle è la prima volta!

Stesso giorno, stesso pranzo, stessa voglia di darsi alla creazione di dorate stringhe!!!
La mia ricetta ce l'avevo sotto gli occhi da un bel pò, sempre sul famoso numero di Aprile 2007, che dovevo sempre riporre nel raccoglitore e che invece sostava sulla scrivania, mi guardava, mi sfidava, mi faceva l'occhiolino, finchè mi son decisa e ho comprato vongole e gamberi e ho "rapato" un pò delle mie erbe aromatiche.
Vi scrivo la mia versione perchè quella di Sale e Pepe prevedeva anche la pancetta, ma a me il pesce piace in purezza.

Per la creazione salmantina dovete andare a vedere qui!!!! Ho provato a tradurre il suo post, spero di non aver scritto spropositi!!! Aspetto il giudizio del mio prof!!! Alby sii clemente!!!


"La mia comare sta, fisicamente, a duemila chilometri da qui, però , indovinate, intuisco sempre perfettamente ciò che stiamo facendo o che andiamo a fare.A lei succede lo stesso con me. Siamo streghe, molto streghe, senz’altro streghe. Ci lega un filo invisibile che mi fa dire “sto con te, eccomi qui” non sono semplici parole, non conosce confini.

Una notte fa, le due, insonni, una a Maerne, l’altra a Salamanca, fantasticavamo sulla tagliatella, che detto così, in veneto, suona come una fantasia sessuale. Se inoltre aggiungiamo sedano e conchiglie, la cosa risulta chiarissima."





Per l'occasione anche la traduzione!!! (che non è mia naturalmente!!!)
Tagliatelle alle erbe con vongole e gamberi


Per le tagliatelle Para las "tagliatelle":
300 gr di semola di grano duro
300 gr de sémola de trigo duro
3 uova 3 huevos
2 rametti di maggioranna
2 ramitas de mejorana
2 rametti di timo
2 ramitas de tomillo
4/5 steli di erba cipollina
4-5 hilos de cebollino
4/5 rametti di prezzemolo 4-5 ramitas de perejil
sale sal
1 cucchiaio di olio
una cucharada de aceite

Impastate la farina e le uova con le erbette tritate finissimamente, una presa
di sale e l'olio. Formate una palla e lasciatela riposare sotto un telo per
mezz'ora.
Tiratela e ricavatene delle tagliatelle non troppo sottili.

Amasar la harina y los huevos con la hierbas, picadas muy muy finas; añadir una pizca de sal y el aceite. Formar una bola lisa y dejarla reposar, cubierta con un paño, durante media hora. Estirar la masa y cortar las "tagliatelle", sin que sean demasiado finas.


Per il condimento: Para la salsa:
500 gr di vongole veraci 500 gr de almejas
500 gr di gamberi 500 gr de gambas
1 scalogno 1 echalota
1 spicchio d'aglio 1 diente de ajo
1 foglia di alloro 1 hoja de laurel
1 dl di vino bianco 100 ml de vino blanco
olio, sale e pepe. aceite, sal y pimienta

Mettete a spurgare le vongole in acqua salata per almeno mezz'ora.
Fatele aprire sul fuoco in una pentola coperta con l'aglio schiacciato, l'olio
e il vino.
Soffriggete in un'altra casseruola lo scalogno tritato, con l'olio e
aggiungete l'alloro. Aggiungete le code dei gamberi a tocchetti e fatele
rosolare a fuoco vivo per pochi secondi, aggiungete il fondo delle vongole
filtrato e fatelo ridurre di un terzo, unite la pasta lessata al dente e le
vongole in parte sgusciate e in parte no.
Se volete potete aggiungere ancora un pò di erbette tenute da parte nel fare
la pasta, io non l'ho fatto per non creare diffidenza nel piccolo commensale.

Poner en remojo las almejas en agua salada durante al menos media hora.
Dejar entonces que se abran, en una sartén tapada, con el ajo aplastado, el aceite y el vino.
Sofreír en otra sartén la chalota en un poco de aceite, con el laurel. Añadir las gambas y saltearlas a fuego vivo unos segundos. Añadir el líquido de cocción de las almejas, después de haberlo filtrado, y dejar que reduzca de un tercio. Cocer la pasta "al dente" y añadirla a la salsa; añadir también las almejas, en parte con la concha y en parte no. Saltear brevemente y servir, con más tomillo, cebollino y mejorana, si se quiere.


Etichette: , ,

13 Commenti:

  • At 5/10/2010 1:28 PM, Blogger cannella said…

    Si vede ce la vongola è bella calda!!!!!
    :-DDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDD

     
  • At 5/10/2010 1:28 PM, Blogger cannella said…

    Si vede CHE la vongola è bella calda, volevo dire!!!

     
  • At 5/10/2010 1:31 PM, Blogger graziella said…

    Fumante direi!!!!
    :-DDDDDDDDD

    (Hai visto Manuel??? Ho cambiato faccina!! Ma qui ci voleva proprio!!!)

     
  • At 5/10/2010 2:10 PM, Anonymous tepperella said…

    ma che bella tagliatella ai frutti di mare! siete troppo forti voi due! seguo ormai quotidianamente la vostra "blog-novela" e mi fate morire dal ridere! (a volte anche un pò commuovere!) proprio bello avere tanta sintonia anche a distanza!!!

     
  • At 5/10/2010 2:15 PM, Blogger graziella said…

    Grazi Tepperella!!
    Si è veramente bello e incredibile, se si pensa che è nato tutto qui, tra le pagine di un blog!!!
    Che strani incontri ci riserva la vita!!!

     
  • At 5/10/2010 3:14 PM, Blogger mae said…

    Fantastico dire ... questo legame che vi unisce è bellissimo :))

    Adoro le tagliatelle, ma le faccio quasi esclusivamente al ragù, oppure con gli stridoli. :)

    ciao ciao
    Maè

     
  • At 5/10/2010 5:14 PM, Blogger Manuel said…

    Non ho trovato su google l'emoticon della perplessità.

    "Vongola bella calda", sento dalla Spagna. "Fumante", si replica dall'Italia.

    Oh my godness.

     
  • At 5/10/2010 6:15 PM, Blogger cannella said…

    Comare, il tuo prof approva in pieno la traduzione e ti promuove col massimo dei voti.
    A questo punto lo spagnolo non ha più segreti per te!!!!!!!
    (Comunque lo sai che il tuo Albi è di manica larga ;-PPP)

    Manuel, perché non si vede che la vongola è calda? Perché noi non siamo abituate a mettere in posa la vongola sette ore per la foto...mica avrai interpretato male????? ;-PPP
    (ho il permesso della Graz, che torna a notte fonda, per fare un po' di casino nei commenti!)

     
  • At 5/10/2010 10:49 PM, Blogger Lolah said…

    Ciao Graziella, vengo da cannella per vedere la tua bellissima tagliatella.
    Se sei comare di Monica devi essere molto brava.
    Un baccione.

     
  • At 5/10/2010 11:24 PM, Blogger graziella said…

    Canny grazie del babysitteraggio al blog!!!!
    Si son comportati bene no???

    A parte il "monello" di Manuel che pensa sempre male, non lo sa che noi siamo dalle bambine tanto a modo???
    ;-DDDDD

    Grazie Mae son felice che anche dal blog appaia questa splendida intesa!!

    Lolah benvenuta!!! non sono brava, son solo fortunata ad avere un'amica come lei!!!

     
  • At 5/10/2010 11:28 PM, Blogger graziella said…

    Una risposta tutta speciale per il "mio" Alby:
    Grazie prof! Lei è molto magnanimo!!!
    Spero di prendere dimestichezza con la lingua spagnola al più presto!!!
    Grazie tutor-guru-maestro!!!!
    ;-)))

     
  • At 5/11/2010 5:07 PM, Anonymous terry said…

    Anvedi...anche ai post bilingue ti dai!!! che avanti che sei comarella!!!
    che sei in zona pc e quindi relax che ti chiamo?:)

     
  • At 5/19/2010 11:56 PM, Anonymous silvia said…

    fantastiche! la tagliatella ale odorose con la vongola calda...e un affetto che si spande...queste saranno le prossime tagliatelle mie

     

Posta un commento

<< Home

More about Delizie divine